Esame di Stato e DSA - ODIPA Obiettivo Diagnosi e Intervento per l'Apprendimento

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esame di Stato e DSA

Esame di Stato e DSA

Di seguito alcune informazioni utili riguardo l’Esame di Stato conclusivo per studenti con Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA)In sede di Esame di stato, per gli studenti con DSA:


- E’ possibile utilizzare tutti gli strumenti compensativi previsti dalla documentazione e inseriti nel Piano Didattico Personalizzato (PDP)
- E’ possibile usufruire di dispositivi per l’ascolto dei testi della prova registrati in formato “mp3”
- E’ possibile individuare da parte della commissione un proprio componente che possa leggere i testi delle prove scritte, per favorire la comprensione del testo. Per i candidati che utilizzano la sintesi vocale, la commissione può provvedere alla trascrizione del testo su supporto informatico
- E’ possibile l’opportunità di prevedere tempi più lunghi di quelli ordinari per lo svolgimento della prove scritte, con particolare riferimento all’accertamento delle competenze nella lingua straniera, adottando criteri valutativi attenti al contenuto piuttosto che alla forma
- E’ possibile l’utilizzo di apparecchiature e strumenti informatici nel caso in cui siano stati impiegati per le verifiche in corso d’anno o comunque siano ritenuti utili nello svolgimento dell’esame, senza che venga pregiudicata la validità delle prove

- Per le Prove scritte delle lingue straniere, i candidati con (DSA) che, ai sensi dell’art. 6, comma 6, del DM 12 luglio 2011, hanno seguito un percorso didattico differenziato, con "esonero" dall’insegnamento della/e lingua/e straniera/e, e che sono stati valutati dal consiglio di classe con l’attribuzione di voti relativi unicamente allo svolgimento di tale piano, possono sostenere prove differenziate, coerenti con il percorso svolto, tuttavia "finalizzate al solo rilascio dell'attestazione" di cui all'art. 13 del D.P.R. n. 323/1998. 
Al contrario, per i candidati con diagnosi di DSA, che hanno seguito un percorso didattico ordinario, con la sola "dispensa" dalle prove scritte ordinarie di lingua/e straniera/e, la commissione sottopone i candidati medesimi a prova orale sostitutiva delle prove scritte. La commissione, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe, stabilisce modalità e contenuti della prova orale sostitutiva, che ha luogo nei giorni destinati allo svolgimento delle prove scritte di lingua straniera, al termine delle stesse, o in un giorno successivo, purché compatibile con il calendario delle prove orali. 

Secondo il D.M. 12 luglio 2011 – nr 5669 si possono dispensare alunni e studenti DSA dalle prestazioni scritte in lingua straniera in corso d’anno scolastico e in sede di esami di Stato, nel caso in cui ricorrano tutte le condizioni di seguito elencate:
certificazione di DSA attestante la gravità del disturbo e recante esplicita richiesta di dispensa dalle prove scritte;
 richiesta di dispensa dalle prove scritte di lingua straniera presentata dalla famiglia o dall’allievo se maggiorenne;
approvazione da parte del Consiglio di classe che confermi la dispensa in forma temporanea o permanente, tenendo conto delle valutazioni diagnostiche e sulla base delle risultanze degli interventi di natura pedagogico-didattica, con particolare attenzione ai percorsi di studio in cui l’insegnamento della lingua straniera risulti caratterizzante (liceo linguistico, istituto tecnico per il turismo, ecc.).

Pertanto è opportuno ricordare che, per il rilascio del diploma finale, nel PDP (Piano Didattico Personalizzato) occorre che sia prevista la "Dispensa dalle prove scritte di lingua straniera", ma non "l'esonero", poichè quest'ultimo consente solo il rilascio dell'attestazione di frequenza.

Inoltre si ricorda che, nel DPR 22.6.2009, n. 122 – Regolamento valutazione- Art. 10 – valutazione degli alunni con DSA è riferito:
“Per gli alunni con DSA adeguatamente certificati, la valutazione e la verifica degli apprendimenti, comprese quelle effettuate in sede di esame conclusivo dei cicli, devono tener conto delle specifiche situazioni soggettive di tali alunni; a tali fini, nello svolgimento dell’attività didattica e delle prove d’esame, sono adottati […] gli strumenti compensativi e dispensativi ritenuti idonei. Nel diploma finale rilasciato al termine degli esami non viene fatta menzione delle modalità di svolgimento e della differenziazione delle prove.”



 
A questo link è possibile scaricare l'ordinanza ministeriale per lo svolgimento dell' Esame di Stato 2017
All'articolo 23 informazioni per i candidati con DSA e BES:
                                                                            
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu